3 consigli tricolore per la tavola del 2 giugno

Tricolore in ogni piatto per la tua tavola in pochissime mosse.

Un giorno di festa va celebrato come si deve a partire dalla tavola: vediamo come rendere appetitoso, fresco e tricolore il menu del 2 giugno.

1 – Bicchierini Tricolore

  • Succo di pomodoro;
  • Pesto Saclà;
  • Formaggio fresco cremoso;
  • Bicchierino da limoncino.

bicchierinotricolore
PROCEDIMENTO:

  1. fare un sottile strato di pesto sul fondo del bicchiere;
  2. adagiare un secondo strato di formaggio fresco morbido con delicatezza così da lasciare gli strati ben delineati;
  3. terminare con un filo di succo di pomodoro;
  4. completare con una foglia di rucola e un pomodoro secco che potrà fungere da cucchiaino.

 

Consiglio: prima di comporre l’aperitivo, mettete il bicchiere in freezer per 10 minuti così che gli ingredienti rimangano comapatti e non si mischino tra loro.

Alternativa Vegan: al posto del pesto tradizionale potete usare il nuovo PESTO VEGAN Saclà e al posto del formaggio fresco una crema di tofu al naturale frullato.

 

2 – Tartine tricolore

  • Ravanelli;
  • Olive Saclà;
  • Pane da tramezzino;
  • Olio EVO;
  • Stuzzicadenti.


PROCEDIMENTO:

  1. incidere il pane da tramezzino con la formina che desiderate per ottenere un effetto estetico più gradevole;
  2. spennellare il pane con l’olio EVO;
  3. tagliare una rondella di ravanello e poggiarla orizzontalmente sul pane;
  4. infilzare un’oliva con uno stuzzicadenti e procedere poi ad infilzare con questo il centro esatto della rondella facendo attenzione che la punta dello stuzzicadenti passi anche nel pane;
  5. disporre le tartine in un piatto di portata ed imbellire con un ravanello a spicchi e rucola .

 

 

3 – Barchette di anguria, gelato e menta

  • Anguria fresca;
  • Gelato al fiordilatte;
  • qualche foglia di menta;
  • Stuzzicadenti.


PROCEDIMENTO:

  1. Tagliare l’anguria ed estrarre un quadrato dalla buccia lasciando un dito di polpa sulla stessa;
  2. Adagiare sul quadratino un ricciolo di gelato al fiordilatte;
  3. Prendere una foglia di menta ed infilarla su uno stuzzicadenti in modo da lasciate le due estremità da una sola parte dello stuzzicadenti così da creare un effetto “vela”;
  4. Infilzare la tartina dolce con la nostra vela di menta..

 

Consiglio: meglio che l’anguria sia più fredda possibile così da non far sciogliere il gelato.

Alternativa Vegan: al posto del gelato al fiordilatte potete usare il gelato di soia o una crema di latte di riso.

 

Per realizzare questo tutorial abbiamo usato i vasi dei seguenti prodotti:

 

Rispondi

Per scrivere un commento effettua il login.