Emozionarsi in Saclà

Saclà applica l'innovazione alla formazione se sono i dipendenti a creare il futuro con ricette inedite

Chi ha detto che i corsi di formazione aziendale debbano per forza essere noiosi? Saclà ha appena lanciato, in collaborazione con Praxi, il progetto “Emozionarsi in Saclà” che ha dimostrato come la formazione possa fare rima con innovazione, aggregazione e, soprattutto, con divertimento.
Cambiare mansione per un giorno, scoprendo un pezzo di realtà aziendale che prima si sfiorava solo. Diventare protagonista ai fornelli inventando un nuovo prodotto da lanciare sul mercato. Aprire l’azienda ad amici e parenti per condividere il proprio ambiente di lavoro. Tre esperienze diverse per rafforzare il senso di appartenenza all’azienda e  imparare qualcosa di più sul lavoro dei propri colleghi, divertendosi. Saclà, azienda astigiana a conduzione familiare, leader del settore delle conserve vegetali, ha appena lanciato un inedito progetto formativo che vede protagonisti i suoi dipendenti. Un’azienda giovane, familiare che fa dell’innovazione nella formazione uno dei suoi must, come racconta il Vice Presidente Chiara Ercole: 

“Ci fa piacere constatare il grande successo che questa iniziativa ha avuto tra i nostri dipendenti. In Saclà crediamo che sia fondamentale rendere partecipi delle attività aziendali tutti i nostri collaboratori, che ogni giorno contribuiscono insieme al risultato finale. Con questo progetto, abbiamo dimostrato che possiamo farlo in modo innovativo e divertente. Questo è importante, perché ci rende non solo una grande azienda, ma anche una grande famiglia”.

Mettersi nei panni dei colleghi: alla scoperta dell’azienda

Emozionarsi in Saclà - EsploratoreMa veniamo al progetto. Alcuni volontari, invece che dover frequentare i classici corsi di formazione aziendale, hanno potuto prendere parte a un progetto sperimentale pensato per far sentire tutti i dipendenti non solo parte della stessa azienda, ma di una grande famiglia. Tutto è stato organizzato e condotto in gran segreto, alimentando ancora di più lo spirito di squadra e aumentando il divertimento.

Operai e impiegati si sono trasformati in “Esploratori per un giorno”, cambiando reparto per un intero turno lavorativo e affiancando il titolare di un’area diversa da quella di riferimento. Un vero e proprio scambio di ruoli per scoprire un frammento mai conosciuto dell’azienda, un “pezzo di realtà” lontano e diverso dal proprio lavoro abituale ma a esso strettamente connesso. Un modo per toccare con mano il lavoro dei colleghi e capire che le responsabilità di ciascuno si inseriscono in una grande catena produttiva.

Emozionarsi in Saclà - Porta un amicoPorte aperte per amici e parenti

L’iniziativa “Porta un amico” ha permesso ad un gruppo di dipendenti di poter scoprire l’azienda assieme alla propria famiglia. Gli ospiti hanno potuto visitare i diversi settori, concludendo la visita nel reparto del proprio familiare. Il dipendente ha così potuto non solo condividere con la propria sfera privata il suo ambiente di lavoro, ma ha potuto conoscere l’azienda nella sua totalità.

Cuore della formazione l’iniziativa Chef curioso

Emozionarsi in Saclà - Chef curiosoLa cucina della Ricerca e Sviluppo, invece, è stata il palcoscenico dell’iniziativa “Chef curioso”, in cui un piccolo gruppo di impiegati e operai si è messo alla prova tra i fornelli con l’obiettivo di creare una nuova prelibatezza targata Saclà. Nonostante il reparto “ricerca e sviluppo” sforni centinaia di ricette ogni anno, infatti, l’azienda ha voluto offrire a tutti i dipendenti la possibilità di ideare una ricetta originale, il Menu di Natale, ed un ricettario di 30 piatti tra aperitivi, antipasti, primi, secondi e dolci.

Da acciughe, nocciole, peperoni e, soprattutto, dal lavoro di squadra è nato “Parlapà“, un sugo che racchiude sapori e prodotti d’eccellenza del Piemonte. Il sugo, piemontese anche nel nome (l’espressione è tipica del dialetto piemontese e significa “caspita, perbacco”, oltre che al letterale “non parlare”) sarà il primo prodotto di una nuova linea che potrebbe essere presto lanciata sul mercato.

Rispondi

Per scrivere un commento effettua il login.