Saclà Italia | Storia - Saclà Italia

Pagina in caricamento...

DA DOVE VENIAMO

1939.

START!

Era il 1939. Per le strade c’erano più cavalli che macchine e in casa non c’erano i frigoriferi. Mio nonno, Secondo Ercole, e sua moglie Piera, ebbero l’idea di conservare gli ortaggi di stagione della valle del Tanaro, per renderli pronti all’uso tutto l’anno. Così è nata la Saclà!
Oggi, dopo ottanta primavere, siamo diventati una grande azienda che esporta in oltre sessanta Paesi le bontà della nostra terra e della nostra cucina. Ma il nostro spirito non è cambiato.

ANNI ‘60.

BOOM

Anni cinquanta e sessanta. L’Italia vibra sotto la spinta del Boom economico e dimostra tutta la sua creatività nella moda e nel design. La voglia di novità è genuina e incontenibile: Saclà denocciola le olive da tavola e incapsula i sottaceti in vasetti con il rivoluzionario tappo twist off, una novità portata in Italia dall’America da mio padre Lorenzo Ercole, oggi Presidente e AD dell’azienda e Cavaliere del lavoro. Le olive, i sottoli e i sottaceti Saclà diventano icona di uno stile di vita e di un saper vivere tutto italiano.

ANNI ‘70.

FAVOLOSI

Negli anni settanta il successo di Saclà esce dal vasetto per entrare nelle case in un altro contenitore di vetro: la televisione. La popolarità di Saclà cresce al suono del jingle del carosello: “Olivolì, Olivolà, Olivolì, Olive Saclà!” Nascono gli Acetelli, la linea di sottaceti caratterizzati da una bassa acidità e destinati a diventare il nuovo riferimento nella categoria.

ANNI ‘80.

PRIMI

Negli anni ’80 arriva un’importante novità: i condimenti per la pasta. Pesto e condimenti concentrati interpretano e arricchiscono la miglior tradizione culinaria italiana con il brio tipico delle ricette Saclà.

ANNI ‘90.

ALL ABROAD

Dopo il successo in Italia, negli anni novanta iniziamo ad esportare i nostri prodotti in Europa con i sughi più tipici della cucina italiana. L’amore per la pasta con i condimenti Saclà si diffonde rapidamente e vengono aperte le filiali in Gran Bretagna, Francia e Germania.

THE BIG NOW

Ancora oggi, Saclà rimane un’azienda familiare, gestita con lo stesso spirito che avevano i miei nonni quando la fondarono. Da piccola azienda famigliare è cresciuta fino a diventare una grande impresa internazionale ma i principi e i valori alla base rimangono gli stessi di quel lontano 1939, quando si iniziò a conservare gli abbondanti raccolti della valle del Tanaro per renderli disponibili tutto l’anno, per tutti.

 

Chiara Ercole,
AD Saclà