fbpx

Pagina in caricamento...

Nuovo stabilimento della Saclà ad Annone

Una scelta coraggiosa in nome dell’amore per la terra astigiana

Castello d’Annone: è questa la località dove Saclà ha deciso di collocare un nuovo stabilimento destinato ad ospitare, nella prima fase, magazzini (con celle frigorifere), logistica e una piccola linea produttiva con la speranza, in futuro, di spostarvi altre parti di lavorazione. “Nella sede storica non ci stavamo più”, spiega Chiara Ercole, AD dell’azienda, “c’è un problema di efficienza e di spazio: oggi siamo costretti ad affittare magazzini fuori per lo stoccaggio dei prodotti”.

E’ stata una scelta coraggiosa, una scommessa, poichè non è stato facile trovare un terreno disponibile, non alluvionabile e dotato di servizi all’interno della provincia di Asti. Sì, perchè la famiglia Ercole è affezzionata a questa città e sta facendo di tutto per garantire la provenienza dei prodotti e la loro sostenibilità. Il rispetto per la Terra e per l’ambiente è un percorso intrapreso da tempo dall’azienda, il quale ha già portato oggi a ridurre 400 tonnellate di emissioni di Co2 grazie all’uso di fonti rinnovabili di energia, a tagliare rifiuti e risparmiare sempre più acqua oltre ad eliminare tutto il superfluo dalle confezioni e a prestare attenzione ai trasporti. Si ricorda inoltre l’ultima campagna di sensibilizzazione #Thanksplanet promossa da Saclà, su un progetto dell’organizzazione LifeGate e da onlus italiane e brasiliane, che mira a salvaguardare per un anno un milione di metri quadrati di Foresta Amazzonica brasiliana. Un “Grazie alla Terra” che è valso il premio prestigioso Guido Carli consegnato a Chiara Ercole dinanzi a personalità di primo spicco in ambito culturale ed economico come Piero Angela, Toni Capuozzo, Luigi Gubitosi (ex direttore generale Rai), l’ambasciatore Pasquale Terracciano, lo scienziato Mauro Ferrari, Remo Ruffini, presidente di Moncler, Enzo Benigni CE0 di Elettronica e Luca Maestri manager di Apple.

Questo lodevole ed onoreso impegno ambientale trova coerenza anche per la costruzione della nuova sede ad Annone, la cui prima parte sarà pronta entro fine anno. Un investimento che guarda al futuro.

Fonte: La Stampa – Ed. Asti (12.06.2019)


Pubblicato / 12 Giugno, 2019 | A cura di / Saclà Italia