Pagina in caricamento...

#ThanksPlanet

La campagna social di Saclà per tutelare le foreste con LifeGate

L’hashtag #thanksplanet (thanksplanet.sacla.it) è la parola d’ordine con cui Saclà sostiene il progetto “Foreste in piedi” promosso da LifeGate già dal 2015. LifeGate è un network d’informazione a 360 gradi che diffonde con consapevolezza una nuova visione sulla sostenibilità e sull’ecologia.

thanksplanet
https://thanksplanet.sacla.it/it

Con questa iniziativa Saclà vuole dire “grazie alla Terra” partecipando attivamente e concretamente al progetto con la collaborazione delle ong Avive e Icei. L’obiettivo è sensibilizzare la comunità e arrivare a tutelare ben 560 ettari di foresta Amazzonica brasiliana.

La campagna social

Saclà ha infatti creato una campagna virale che chiama a raccolta coloro che hanno a cuore il Pianeta: basta infatti un clic per salvaguardare le foreste dell’Amazzonia brasiliana. Come? E’ molto semplice. Nella home page del sito dedicato (thanksplanet.sacla.it), Saclà ha infatti predisposto un contatore di tutte le tracce di #ThanksPlanet disseminate in rete. La cifra sale ogni volta che qualcuno condivide il video o, più in generale, mette like, condivide o commenta i post sul tema pubblicati da Saclà su Facebook e Instagram. A far crescere il conteggio sono anche le foto pubblicate dagli utenti su Instagram usando l’hashtag #ThanksPlanet e i messaggi alla Terra inviati tramite l’apposito form e condivisi sui social network. Quando scatteranno i cinque milioni di contenuti social, Saclà contribuirà alla salvaguardia di un milione di metri quadrati dell’Amazzonia brasiliana per un anno.

Questa campagna social è l’espediente giusto per condividere il percorso verso la sostenibilità che Saclà intraprende da tempo e che ha già portato ad ottimi risultati. Sono state ridotte di 400 tonnellate le emissioni di CO2 grazie all’uso di fonti rinnovabili di energia, tagliati i rifiuti e risparmiata sempre più acqua (-12 mila bottiglie nell’ultimo anno). Inoltre è stato eliminato tutto il superfluo dalle confezioni e prestato attenzione ai trasporti. Insomma, un esempio virtuoso da seguire.

Fonti: LifeGate (19.04.2019), Repubblica.it (19.04.2019), Avvenire (20.04.2019)


Pubblicato / 30 Aprile, 2019 | A cura di / Saclà Italia